Consulenza o psicoterapia?

Cos’è la consulenza psicologica (counseling) ?

È l’attività tipica della professione di psicologo. È un intervento diretto ad accogliere la domanda del cliente, analizzarla e – attraverso l’ascolto, l’empatia e il sostegno – attivare le risorse individuali necessarie per affrontare una o più situazioni critiche.

Le occasioni di richiesta di una consulenza psicologica possono essere diverse: un momento di difficoltà dell’individuo o della coppia, un momento di crisi personale o di profondo cambiamento, un disagio legato alla sfera emotiva, affettiva o relazionale, ma anche semplicemente il supporto nella crescita personale, nella conoscenza di sé e nel miglioramento del proprio benessere.

Chi può fare consulenza psicologica?

La consulenza psicologica è riservata per legge ai soli psicologi. L’esercizio della professione è subordinato all’iscrizione all’albo professionale.

La consulenza psicologica è una prestazione sanitaria?

Sì, la consulenza psicologica è una prestazione sanitaria. Come tale, dà diritto alle detrazioni IRPEF similmente alle prestazioni mediche e psicoterapeutiche, anche senza prescrizione medica. Per ulteriori approfondimenti si può consultare la circolare 13 maggio 2011 n. 20/E dell’Agenzia delle Entrate.

Cos’è la psicoterapia?

È un intervento terapeutico finalizzato alla cura della sofferenza psichica, più o meno grave, in presenza di disturbi psicologici. È un intervento particolarmente profondo che prevede l’utilizzo di specifiche tecniche o protocolli finalizzati alla cura della psicopatologia.

A differenza della consulenza psicologica, il suo esercizio non è limitato ai soli psicologi ma anche ai medici chirurghi. Entrambi i professionisti dovranno aver frequentato un corso di specializzazione in psicoterapia almeno quadriennale.

Tuttavia, anche qualora non si fosse in presenza di una precisa diagnosi di disturbo psicopatologico, la psicoterapia può essere un valido sostegno in presenza di marcata sofferenza personale e di compromissione significativa del funzionamento del paziente.

Qualora fosse necessario, un percorso di consulenza psicologica potrà concludersi con l’invio a uno psicoterapeuta o integrarsi con quest’ultimo.

Quindi la differenza è nella gravità del disagio psicologico?

No, la differenza tra consulenza e psicoterapia è nella natura dell’intervento. La consulenza è l’intervento caratteristico dello psicologo, e ne utilizza gli strumenti tipici. La psicoterapia prevede l’utilizzo di metodologie d’intervento, più o meno rigidamente codificate in protocolli, applicabili indifferentemente da psicologi o medici adeguatamente formati. Tuttavia, è probabile che all’interno di un percorso di psicoterapia, lo psicologo psicoterapeuta utilizzi anche tecniche e strumenti propri della consulenza psicologica.

Di quale psicoterapeuta ho bisogno?

Attualmente esistono molti indirizzi di psicoterapia, ognuno con i propri punti di forza e i propri limiti. Se necessario, la consulenza psicologica può aiutare il paziente a orientarsi in base alle proprie necessità.

Condividi